giovedì, aprile 10, 2014

LA SOCIALDEMOCRAZIA SPIANA LA STRADA A LE PEN E' L'ORA DI UNA SINISTRA RIVOLUZIONARIA

Le Pen alle porte di Parigi? Questo il pericolo che emerge dalle elezioni municipali francesi. 

La responsabilità non è della crisi capitalistica in sé, né dell'Unione Europea degli industriali e dei banchieri in quanto tale. E' del Partito socialista francese e del suo governo, comitato d'affari del capitalismo francese e garante delle compatibilità dell'Unione . 

Liberalizzazione dei licenziamenti, taglio delle spese sociali, 30 miliardi di regalie finanziarie al padronato, e infine un”patto di responsabilità” con la Confindustria di Francia ( Medef)e la destra sindacale contro il movimento operaio: questa politica di rigore anti operaio ha dimostrato una volta di più non solo l'ipocrisia delle promesse elettorali di Hollande, ma la cialtroneria di tutte quelle sinistre ( a partire da SEL) che solo un anno fa l'avevano salutato come il faro della “svolta” in Europa. 

La svolta c'è, ma ha il segno opposto. Di fronte a una sinistra francese compromessasi ciclicamente per tanti anni, nelle politiche dominanti, più ampi settori popolari, anche operai, guardano a destra: facile preda della demagogia fascista della famiglia Le Pen. 

Costruire una sinistra rivoluzionaria, in Francia, in Italia, in tutta Europa, è l'unica risposta vera al segnale che viene dalle elezioni francesi.

Nessun commento:

Posta un commento