mercoledì, giugno 19, 2013

Risoluzione finale della Conferenza Internazionale "Europa in crisi" SULLA TURCHIA

Risoluzione sulla Turchia 

La Conferenza Internazionale “Europa in crisi: per un’alternativa rivoluzionaria internazionalista” saluta la coraggiosa sollevazione del popolo turco contro la selvaggia repressione da parte della polizia sotto gli ordini espliciti del governo del Primo Ministro Tayyip Erdogan, ove il movimento di massa infine ha sconfitto le forze della repressione e liberato le maggiori piazze in numerose città, prima e prima di tutto Piazza Taksim ad Istanbul. Condanniamo duramente l’indicibile repressione scatenata contro le masse in Piazza Taksim, in diversi quartieri di Istanbul e in molte città della Turchia. 
Chiediamo il rilascio immediato di tutti coloro che sono stati arrestati, la punizione di tutti i responsabili della repressione, inclusi quelli che hanno politicamente preso la decisione, e l’accettazione delle rivendicazioni del movimento in relazione ai progetti su Piazza Taksim. 
Chiediamo alla classe operaia di prendere le iniziative per arrivare ad uno sciopero generale che possa trasformare questa ribellione popolare in una potente onda di lotta di classe per l’emancipazione degli sfruttati e degli oppressi. Pensiamo che la fiducia nelle proprie forze e il coraggio acquisito dalle centinaia di migliaia di dimostranti e dei milioni di persone che li hanno sostenuti come una crescita utile non solo per far accettare quelle richieste, ma anche per arrivare alla caduta del governo reazionario di Erdogan, rovesciare l’intero sistema di oppressione e sfruttamento in Turchia, mettendo fine alla governo della borghesia e ottenendo la conquista del potere da parte della classe operaia e dei lavoratori. 

Atene, 10 giugno 2013

Nessun commento:

Posta un commento