giovedì, giugno 27, 2013

NON POSTI DI LAVORO MA SOLDI AL PADRONATO

Il governo Letta/ Alfano presenta come dono ai giovani disoccupati l'ennesima regalia al padronato: una revisione peggiorativa della legge Fornero in direzione di una maggiore precarizzazione e di più ampi arbitrii padronali ( eliminazione della causali sui contratti precari); e un nuovo “bonus incentivo” alle “assunzioni” che in realtà finisce nelle tasche di chi avrebbe assunto comunque, senza creare un solo posto di lavoro in più: come dimostra l'esperienza dei bonus analoghi del 2001 e 2002, e come osservano persino economisti liberali come Boeri. In altri termini, un dono ai profitti. 
Colpisce che questa beffa ai danni dei disoccupati venga presentata dalle burocrazie sindacali come proprio successo. L'unico successo è quello della truffa delle “larghe intese”: politiche e sindacali.

Nessun commento:

Posta un commento