giovedì, maggio 30, 2013

GRILLO ATTRIBUISCE LA PROPRIA SCONFITTA A DIPENDENTI PUBBLICI E PENSIONATI.

Persino nel commento della sconfitta elettorale del M5S, Beppe Grillo rivela la natura reazionaria del proprio programma. L'idea di attribuire la responsabilità della sconfitta a “19 milioni di pensionati e 4 milioni di pubblici dipendenti”, indicati come zavorra parassitaria dell'”Italia produttiva”, non è solo delirante sotto il profilo del calcolo elettorale. E' l'indiretta riproposizione di un programma sociale che rivendica la spoliazione di lavoro, stipendi, pensioni, a vantaggio di quella Confindustria cui Casaleggio ha promesso l'abolizione dell'Irap. 
L'opposizione sociale al governo Letta/Alfano va condotta in piena autonomia dal grillismo, che è avversario dei lavoratori.

Nessun commento:

Posta un commento