domenica, febbraio 10, 2013

FUORI BORGHEZIO E TUTTI I FASCIOLEGHISTI DALLE CITTA'


Il razzista leghista Borghezio, noto per le sue frequentazioni con i fascisti di mezza europa (e si, incredibile a dirsi, anche per la sua convinzione che gli alieni siano in loschi affari con i governi occidentali) ha tentato di mettere piede a Pisa oggi e inscenare un comizio elettorale a base del solito becero razzismo.

La cittadinanza pisana ha saggiamente reagito disertando in massa l'appuntamento, al quale erano presenti non più di sei o sette celoduristi dal fazzoletto verde asserragliati in piazza La Pera, blindatissima da un nutrito dispiegamento di forze dell'ordine.
La sceneggiata leghista è durata giusto il tempo che una cinquantina di manifestanti iniziasse a contestare Borghezio, che in pochi minuti ha fatto sbaraccare tutto e si è fatto scortare fuori dalla piazza.
La contestazione è proseguita e quando i manifestanti hanno incrociato Borghezio in via San Martino, la polizia non ci ha pensato due volte a caricare i manifestanti.
Nel parapiglia un compagno è stato fermato è il presidio è continuato, prima in corso italia e poi sul lungarno, bloccando il traffico fino a che il fermo non è stato revocato e il compagno rilasciato.

Pisa, una città che ha subito la vergogna della razzistissima ordinanza antiborsoni, che ha per mano del suo sindaco firmato il Patto per Pisa Città Sicura con l'allora ministro dell'interno Maroni, leader del partito di Borghezio, non ha certo bisogno che razzisti e fascisti di qualsiasi colore vengano a vomitare la loro xenofobia nelle sue piazze.
Come non nè ha bisogno la Toscana, una regione che ha visto poco più di un anno fa l'omicidio di Samb Modou e Diop Mor per mano del militante di CasaPound Casseri e che più recentemente ha visto l'ennesima provocazione di Forza Nuova contro un gruppo di bambini migranti a Pontedera.


Il PCL sezione di Pisa, presente alla contestazione, si schiera senza dubbi a fianco dei manifestanti, contro la presenza di razzisti e fascisti nella nostra città e contro ogni forma di razzismo e di fascismo

Nessun commento:

Posta un commento