martedì, novembre 27, 2012

L'ILLUSIONISMO DELLE PRIMARIE



I milioni di elettori delle primarie del centrosinistra non meritano di essere insultati via Web da un milionario comico. Meritano invece di essere liberati da un illusionismo truffaldino.

Chi ha cercato nelle primarie un canale di svolta per la propria condizione si ritrova una carta d'intenti del centrosinistra che impegna al rispetto dei vincoli finanziari “lacrime e sangue” imposti da Monti.

Chi ha cercato in Bersani la “difesa del lavoro” ha votato il sostenitore determinante del governo Monti e delle sue peggiori misure antioperaie e antipopolari, a partire proprio dal lavoro.

Chi ha cercato in Renzi lo strumento punitivo contro “la vecchia nomenclatura”, ha votato non solo il pubblico difensore di Marchionne contro gli operai, ma il sostenitore più entusiasta dell'allungamento dell'età pensionabile e della distruzione completa dell'art.18.

Chi ha votato Vendola contro Monti, ha votato un prigioniero di Bersani (e di Renzi), in attesa di ricompensa ministeriale.

Insomma: i banchieri e uomini d'affari che hanno sostenuto e finanziato i principali contendenti ( come negli USA), hanno difeso i propri interessi assai meglio del grosso del popolo elettore delle primarie. Il tempo sarà galantuomo. Come sempre.

Lavoratori, precari, disoccupati: è ora di riprendere nelle proprie mani le ragioni sociali degli sfruttati, e unire le proprie forze attorno ad un programma indipendente. Contro i capitalisti, i banchieri, e tutti i loro partiti. Questa è l'unica via di liberazione. Il resto è truffa.

Nessun commento:

Posta un commento