mercoledì, agosto 29, 2012

Cacciare i dirigenti ALCOA, Occupare la fabbrica, Continuare la produzione sotto il controllo operaio

La fabbrica è dei lavoratori, non dei padroni. Loro hanno sfruttato gli impianti e gli operai ora se ne vogliono liberare lasciando migliaia di famiglie nella miseria. 
Questo è inammissibile, bisogna subito occupare gli impianti e continuare la produzione sotto controllo operaio. 
Sappiamo che quello che vi proponiamo sembra difficile e irrealizzabile, ma resta l’unica soluzione che possa garantire il mantenimento dei posti lavoro e la produzione dell’alluminio. 
È chiaro che l’occupazione e il controllo operaio sulla produzione stanno a significare la rottura con il sistema nel quale viviamo, ma non è forse questa dittatura dei banchieri e degli industriali che ci sta portando nel baratro? Quante fabbriche dovremmo vedere smantellate, quante aziende agricole e artigiane chiudere, quanti figli vedere emigrare per renderci conto che il capitalismo non ha più niente di progressivo per noi lavoratori? 
Avete dimostrato in questi anni una radicalità e un coraggio nelle lotte che non si vedevano da tempo, siete guardati con attenzione da migliaia di operai in tutta Italia, potreste aprire la strada ad una rivolta sociale che infiammi l’Italia e contagi tutta l’Europa. Suggeriamo perciò di eleggere un comitato di fabbrica, che vada oltre le divisioni sindacali, contrattuali, tra ditta madre e appalti ed ogni suo membro deve essere revocabile in qualsiasi momento, occorre subito fare un appello alle altre fabbriche perché facciano altrettanto, tutti i comitati si debbono riunire in coordinamento che estenda la lotta agli altri settori. 
“Proletari di tutti i paesi unitevi 
non avete che da perdere le vostre catene.” Karl Marx

Nessun commento:

Posta un commento