domenica, luglio 08, 2012

VISCO, BANKITALIA: L'AUTOREVOLE CONFESSIONE DI UNA RAPINA

L'odierna intervista del Governatore della Banca d'Italia al Corriere della Sera è la più autorevole confessione della rapina in corso da parte delle banche a danni della maggioranza della società italiana. Il dottor Visco ci spiega che l'Italia non solo spende annualmente il 5% del PIL per pagare gli interessi sui titoli pubblici, comprati prevalentemente dalle banche usuraie italiane; ma spende a regime altri 45 miliardi per concorrere ai cosiddetti “aiuti” internazionali: cioè per consentire a Grecia, Portogallo, Irlanda.. di pagare a loro volta gli interessi alle banche strozzine tedesche e francesi. Infine Visco aggiunge che le ingenti riserve d'oro di Bankitalia sono intoccabili in quanto pegno di garanzia ai banchieri europei. Complimenti, dottor Visco: lei ha svolto una brillante arringa a sostegno della necessità della rivoluzione sociale: per spazzare via la dittatura della finanza e restituire ai lavoratori il controllo sull' economia. A partire dalla nazionalizzazione di Bankitalia, oggi privata.

Nessun commento:

Posta un commento