domenica, maggio 27, 2012

ABROGARE IL CONCORDATO CON UNO “STATO CANAGLIA”

Il Vaticano si sta rivelando per ciò che è sempre stato: una monarchia assoluta ed oscurantista, luogo di infiniti intrighi , corruzioni e soperchierie, sede di traffici e affari inconfessabili nei meandri della finanza capitalista internazionale. La lotta per bande che sta percorrendo quello Stato sta solo alzando il coperchio sulla sua realtà. E' ora che tutte le sinistre, tutto l'associazionismo laico e anticlericale, rilancino una battaglia di massa per l'abrogazione del Concordato con uno “Stato canaglia” e l'abolizione di tutti i privilegi delle gerarchie ecclesiastiche.

Nessun commento:

Posta un commento