venerdì, dicembre 30, 2011

IL MOZZICONE NELL'OCCHIO DEL SINDACO E LA DISTRUZIONE SULLE SPALLE DELLA POPOLAZIONE

Il sindaco di Pisa, il signor Filippeschi, si indigna se qualcuno getta per la strada o sull'arenile delle spiagge i moziconi delle sigarette. Ottimo senso civico e insegnamento di buoni e corretti comportamenti.
Peccato che gli stessi integerrimi principi non vengano rivolti ai principali responsabili di scempi di milioni di volte piu' macroscopici. Al primo posto vogliamo ricordare al signor Filippeschi che la OLT LNG, una volta che sarà entrato a pieno regime il rigassificatore al largo delle coste di Marina di Pisa, sverserà in mare milioni di metri cubi di cloro (per vent'anni di contratto per il corretto funzionamento dell'impianto) rendendo un tratto di costa del santuario dei cetacei completamente privo di forme di vita. Ma i finanziamenti della OLT non sono certo immondizia. Che dire poi alle deroghe sulle sostanze tossiche presenti nell'acqua "potabile"? o della diossina dispersa nell'aria dagli inceneritori intorno alla città?
E le migliaia di tonnellate di esplosivi bellici presenti a Camp Darby a pochi km dal centro?
Perchè poi non aggiungere all'elenco gli esperimenti "nucleari" piu' o meno segreti nei laboratori di San Piero a Grado?
Perchè non parlare della condizione fatiscente delle case popolari e delle insensate proposte di nuove costruzioni a fronte di centinaia di appartamenti sfitti in città, o anche solo della condizione delle scuole, come il caso delle elementari Novelli del CEP.
Perchè il signor Filippeschi non ci spiega perchè considera un grande "onore" la costruzione sul territori pisano del gigantesco HUB militare al servizio della NATO che sarà un dispensatore intercontinentale di morte, oltre che un dispensatore locale di polveri sottili nei polmoni dei cittadini?
Per Filippeschi la città ha bisogno di nient'altro che di un bel trucco "berlusconiano", di un cerone, sotto il quale nascondere ai turisti portatori di soldi freschi, il vero significato di bel altre pericolose distruzioni del territorio pisano e verranno forse messi dei meravigliosi "portacenere" per le strade del centro per mantenere la coscienza "pulita" di un'amministrazione votata solo al profitto.
Buon anno signor Filippeschi.

Nessun commento:

Posta un commento