martedì, novembre 08, 2011

SOLIDARIETA' AL COMPAGNO ANDREA MALPEZZI


Apprendiamo che il segretario provinciale del PRC di Firenze ha ricevuto un avviso di garanzia per una manifestazione sotto la Banca d’Italia di Firenze.
In questi mesi, mentre la crisi economica colpisce sempre più duramente i lavoratori, i giovani, i disoccupati, lo stato reprime con forza tutte quei soggetti politici e sociali che si ribellano.

Lo abbiamo visto nei mesi scorsi a Firenze con decine di arresti ed oltre cento indagati per le manifestazioni antifasciste, lo abbiamo visto in maniera ancora più chiara il 15 ottobre a Roma dove la polizia ha prima caricato selvaggiamente un corteo di decine di migliaia di compagni e poi ha proceduto all’arresto arbitrario di circa dieci giovani.

La solidarietà è l’unica arma che abbiamo per lottare contro la repressione poliziesca dello stato, non cadiamo nell’errore di dividere il movimento fra buoni e cattivi, fra violenti o non violenti. L’unico e vero violento è lo stato borghese che prima affama i lavoratori ed i proletari e poi se questi protestano li reprime prima con violenza nelle piazze e poi con denunce, arresti, ecc. E’ lo stesso stato che si indigna per una vetrina infranta mentre rifinanzia guerre di aggressione infami come quella della NATO contro la Libia o come le cosiddette missioni di pace in Afganistan e Libano che sono costate decine di migliaia di morti innocenti.
Le vittime della repressione borghese devono essere tutte difese.

Il Partito Comunista dei Lavoratori esprime la propria solidarietà ai compagni ed alle compagne del PRC di Firenze per questo atto intimidatorio nei confronti del loro segretario provinciale ed estende la propria solidarietà a tutti i compagni vittime della repressione chiedendone l’immediata liberazione.
 

Nessun commento:

Posta un commento