venerdì, ottobre 14, 2011

LA SOLUZIONE DELLA CRISI STA NELLE PIAZZE, NON IN PARLAMENTO

Berlusconi viene oggi “salvato” dal Parlamento, ma sarà sfiduciato domani dalla piazza.

La soluzione della crisi politica va affidata non alle alchimie istituzionali, ma alla forza dell'indignazione popolare.

La grande manifestazione nazionale di lavoratori e di giovani che domani percorrerà le strade di Roma, può e deve essere l'inizio di una mobilitazione di massa ininterrotta sino alla cacciata del governo e all'apertura di una pagina nuova: scritta finalmente dai lavoratori, non dai banchieri.

Domani non sfilerà una manifestazione di supporto del centrosinistra o di qualche sua icona. Sfilerà la domanda di svolta di una generazione nuova contro tutti i governi del capitale finanziario.

“Trasformare l'indignazione in rivoluzione” sarà la parola d'ordine del Partito Comunista dei Lavoratori.

Nessun commento:

Posta un commento