giovedì, ottobre 13, 2011

Il licenziamento del dirigente USB marchigiano Quaglietti è un vergognoso attacco a tutti gli operai

Ascoli Piceno – Il grave episodio che ha visto licenziare dalla spregiudicata direzione della Manuli con un volgare pretesto l’operaio e sindacalista dell’USB Andrea Quaglietti va stigmatizzato da tutti i sindacati e le forze politiche.

Quaglietti, agguerrito sindacalista ed amico del Pcl, ha sempre sostenuto senza risparmiarsi le lotte dei suoi colleghi della Manuli e di molte altre realtà del suo territorio, denunciando le speculazioni del padronato perpetrate ai danni dei lavoratori e il complice immobilismo di partiti e sindacati anche di sinistra. La sua attività è stata preziosa per tutti gli operai dell’ascolano, che ora devono sostenerlo in ogni modo contro il vile attacco che colpisce i diritti sindacali di tutti.

Il Partito Comunista dei Lavoratori esprime la più sentita solidarietà a Quaglietti ed all’USB e parteciperà attivamente a qualsiasi mobilitazione in difesa del suo immediato reintegro. Inoltre continueremo la nostra lotta al fianco dei lavoratori per la difesa di un reale diritto alla sindacalizzazione e la promozione di una vera democrazia sindacale.

Nessun commento:

Posta un commento