martedì, maggio 10, 2011

RICAMBIAMO IL LORO ODIO



Confindustria tributa con un applauso Harald Espenhahn, dirigente ThyssenKrupp condannato a 16 anni e mezzo per omicidio volontario.
Gli applausi di una platea di assassini e sfruttatori ad un loro complice, condannato, ma naturalmente a piede libero (perché i padroni in questo sistema non pagano mai ), dimostrano la necessità di una svolta.
I padroni sanno che possono trattare gli operai come utensili e sanno di essere ben protetti dai governi, tanto che il ministro Giulio Tremonti, alcuni mesi fa aveva dichiarato: “robe come la 626 sono un lusso che non possiamo più permetterci”.
Il nemico di classe va combattuto senza esclusione di colpi: loro ci odiano, ricambiamo il loro odio!

Esproprio senza indennizzo e sotto controllo operaio delle aziende che inquinano, licenziano o sono responsabili dei morti sul lavoro.
Se ne vadano tutti, è ora di un governo dei lavoratori!

Nessun commento:

Posta un commento