giovedì, aprile 14, 2011

ASSASSINI PER PROFITTO

Assassini per il profitto, non ci sono altri termini per commentare ciò che è successo alla S.A.R.A.S., la più grande raffineria Europea situata a Sarroch, la morte di un operaio venticinquenne investito da una nube di idrogeno solforato avvenuta lunedì sera è solo l'ultima vicenda che ripropone il tema della sicurezza del lavoro.
Come Partito Comunista dei Lavoratori siamo vicini a tutti i Lavoratori della raffineria e delle ditte d'appalto che piangono il collega ammazzato dalla legge del massimo profitto, saremo in prima linea nelle iniziative di lotta che i lavoratori prenderanno in queste ore ma rinnoviamo oggi più che mai la nostra proposta di lotta per l'occupazione della raffineria, la sua nazionalizzazione senza indennizzo per i Moratti e la produzione sotto il controllo operaio, si, perchè solo i lavoratori che non abbiano il ricatto del rinnovo contrattuale e la bramosità di denaro dei padroni possono garantire la sicurezza sia di chi lavora nella fabbrica sia delle popolazioni residenti nelle vicinanze dell'area industriale di Sarroch.

Nessun commento:

Posta un commento