mercoledì, gennaio 12, 2011

Per un presidio unitario contro il regime di Tunisi Sabato 15 Gennaio a Roma

In questi giorni si sta sviluppando nel nord Africa, in particolare in Tunisia, un importante rivolta di massa, giovanile e popolare, contro regimi reazionari e corrotti, complici oltretutto dello sfruttamento imperialistico dei propri paesi da parte di decine di grandi aziende europee, innanzitutto italiane e francesi. La rivolta tunisina- certo la più consistente e radicale- vede l'importante partecipazione attiva di organizzazioni sindacali, che hanno promosso per il 15 gennaio una manifestazione nazionale a Tunisi attorno alla parola d'ordine della cacciata del regime. Contro questa rivolta, si sta scatenando una sanguinosa repressione poliziesca che ha lasciato già sul terreno oltre 50 vittime tra i manifestanti. Una repressione sanguinosa che è giunta a sparare sulla folla nel corso di pubblici funerali.

In alcuni paesi quali la Francia e il Canada, si stanno svolgendo in questi giorni, iniziative di solidarietà con la ribellione tunisina. Riteniamo che anche in Italia sia necessaria ed urgente una mobilitazione analoga. Per questo ci rivolgiamo a tutte le sinistre politiche e sindacali, a tutte le organizzazioni di solidarietà in campo internazionale, alle forze impegnate a difesa dei migranti, e innanzitutto alle comunità arabe, per la più ampia manifestazione unitaria a sostegno dei giovani tunisini in rivolta. Proponiamo a questo fine una manifestazione davanti all'ambasciata tunisina a Roma per il prossimo sabato 15 gennaio , in coincidenza con la manifestazione nazionale antiregime di Tunisi.

Dati i tempi estremamente ristretti per la sua preparazione, chiediamo al più presto una risposta alla nostra sollecitazione. Per quanto ci riguarda, saremo comunque mobilitati per per sabato 15 gennaio davanti all'ambasciata Tunisina.

Nessun commento:

Posta un commento