giovedì, novembre 18, 2010

REPRESSIONE POLIZIESCA CONTRO GLI OPERAI DELLA EATON

Giornata emblematica quella di ieri per le vertenze lavoro nella nostra provincia: in mattinata sono stati gli studenti a mobilitarsi contro contro il ministro della pubblica distruzione Gelmini, abilissimo nel tagliare fondi alla scuola pubblica per dirottarli verso quelle di lorsignori; alle 11 il sindaco di Carrara Zubbani ha annunciato ai lavoratori dei N.C.A. presenti al presidio davanti ai cancelli del cantiere, che la loro vertenza, dopo un anno di anticamera nei cassetti del Ministero, deve ancora attendere; alle 16 i lavoratori della Eaton, da due anni in cassa integrazione e tra poco sulla strada senza tanti complimenti ("Eaton USA e getta", recitano le loro magliette) "assaggiano" sulle loro teste la solidarietà delle forze di polizia allo svincolo dell'autostrada. I tre fatti, ovviamente, sono intimamente legati tra loro: non si tratta dell' incapacità di questo o quel ministro, ad esempio del pessimo Tremonti, quello che ha teorizzato che "la sicurezza sul lavoro è un lusso che l' Italia non può permettersi"; questo è il vero volto del capitalismo, dal quale non si esce con la concertazione di sindacati rinnegati (vedi Pomigliano), ma con la lotta senza quartiere. Nell'esprimere la nostra solidarietà agli operai feriti, a quelli dell' N.C.A. ed agli studenti in lotta, invitiamo tutti ad occupare scuole e fabbriche che licenziano; che scuole e fabbriche occupate diventino laboratori politici per restituire a lavoratori e studenti ciò che é loro ed abbattere questo barbaro sistema di produzione che produce guerre disoccupazione, miseria e morte.
Via il governo del bunga-bunga, dei Tremonti e dei Marchionne! Se ne vadano tutti, governino i lavoratori!
 
Partito Comunista dei Lavoratori di Massa Carrara
Sez. “Lev Davidovich”

Nessun commento:

Posta un commento