mercoledì, ottobre 06, 2010

EPIFANI VA A CANOSSA, COL PLAUSO DI CONFINDUSTRIA E PD. PERCHE’ TACCIONO LE SINISTRE “RADICALI”?

Il grande tavolo di concertazione tra industriali, banchieri e sindacati non promette nulla di buono per i lavoratori. Il suo scopo è coinvolgere la Cgil nello smantellamento progressivo del contratto nazionale di lavoro, per isolare e colpire la Fiom. L’ accettazione di questo terreno negoziale da parte dei vertici Cgil- dietro la copertura propagandistica di qualche richiesta fiscale- è un fatto grave. Capisco il plauso unanime alla ritrovata concertazione da parte di Confindustria e Partito Democratico, anche in funzione di una prospettiva politica di alternanza. Colpisce invece il silenzio delle sinistre cosiddette “radicali”, tanto più alla vigilia della manifestazione del 16 Ottobre. Si teme che attaccando Epifani si possa compromettere l’alleanza elettorale col PD? Di certo il PCL sarà alla manifestazione nazionale promossa dalla Fiom con una parola d’ordine inequivoca: nessun patto sociale con Confindustria, si apra una vertenza di lotta generale su una piattaforma indipendente dei lavoratori.

Nessun commento:

Posta un commento