sabato, marzo 20, 2010

Comunicato Stampa: Solidarietà ai palestinesi

Il Partito comunista dei lavoratori, sezione di Pisa, esprime la sua solitarietà ai palestinesi in rivolta contro i nuovi soprusi dell'occupante israeliano: l'annuncio della costruzione illegale di 1600 abitazioni a Gerusalemme Est, riservate agli israeliani, e la riapertura della sinagoga Hurva, che per la sua storia (venne usata dalle truppe sioniste nella guerra del '48) è un simbolo politico prima che un luogo di preghiera.

Il PCL ricorda che la Risoluzione 181 dell'Assemblea generale dell'ONU e le successive risoluzioni del Consiglio di sicurezza riconoscono Gerusalemme (Yerushalayim/al-Quds) come territorio internazionale. Nonostante questo, la città è occupata militarmente, le case dei palestinesi vengono distrutte quotidianamente dai militari, ed il governo di Tel Aviv proclama apertamente i suoi progetti di israelizzazione dell'intera città e di espulsione della popolazione palestinese sia musulmana che cristiana. Questo fa parte di una politica di pulizia etnica che dal 1967 al 2006 ha portato alla distruzione di almeno 18000 abitazioni in tutti i territori occupati.

Il PCL condanna le aggressioni contro il popolo palestinese quali che siano le armi usate: i bombardamenti, le ruspe, i posti di blocco, i muri, l'embargo, e la disinformazione.

Nessun commento:

Posta un commento